La corsa di Miguel: come ai vecchi tempi…..

L’assenza forzata del Presidente Giampy, mi “costringe” al volante del Ducato finalmente gremito in ogni ordine di posti. Atterriamo allo Stadio dei Marmi alle 7,20 e troviamo posto nella parte finale del vialone parallelo allo stadio stesso. Il vice presidente Antonio e sua moglie Alessia prendono subito in mano la gestione della consegna pettorali, il montaggio gazebo fila via liscio, insomma sembra proprio essere tornato ai tempi delle gare, quelle vere, quelle partecipate, quelle vissute.

Saluto tanti amici, mi intrattengo con molti Presidenti, inizio a confermare la data del 25 settembre per un Corricolonna che tutti non vediamo l’ora di organizzare, di correre, di vivere.
Un rito maori decisamente roboante si sente fino a Ponte Milvio… gli Orange sono qua!
Alle 9,30 si parte, con me porto il cellulare per poter scattare qualche foto particolare in questa gara molto sentita e piena di pathos. Si viaggia in tranquillità con Antonio, Anna Maria,  Tonino e Nando e solo nella parte finale, sollecitati da un irriverente sorpasso di Gianluca e Giada, prossimi Orange ma già festeggiati nel Cerchio Maori, con Antonio, pizzicati di brutto, tentiamo il recupero… io però, proprio all’ultimo chilometro mi arrendo e, prima del traguardo, mi trasformo abilmente in fotografo lungo il rettilineo di arrivo…
Al traguardo giungiamo in 32 (35 calcolando anche i “non competitivi”), 27 uomini e 5 donne, tra le quali Chiara che insieme a Gianluigi ha festeggiato proprio in gara il ventesimo anniversario di matrimonio (auguri, auguri!). Bentornata a Claudia, che ha indossato di nuovo la canotta viola orange dopo la Maratona di Roma 2021; applausi per Luciana, per Catiuscia e per Anna Maria.
Esordio ufficiale (dopo una apparizione in staffetta alla maratona di Roma 2021) anche per Andrea Cantarini che nel cerchio entrerà di sicuro la prossima volta.
Arrivo top per Marco Bottomei, sempre più in forma: supera mio fratello Angelo, distrutto dalla levataccia alle 5,30 per motivi di logistica e supporto… lui ‘sta vita, gara tirata compresa, ha confessato di non potersela permettere…

Torniamo a casa tutti soddisfatti, io in primis… ritornare in gruppo, lasciare per una mattinata i pensieri di “primo cittadino”, per soffrire si, ma con soddisfazione,  è stato molto gratificante.

Cercherò spesso di essere presente perché un gran bel gruppo come la Running Evolution è da amare, sempre!
Ad maiora!

Fausto Giuliani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *