La Tre Comuni dei nostri Orange

Gran bella gara oggi nel freddo di Civita Castellana, cittadina molto bella del Viterbese che ho potuto guardare con occhi diversi stamattina dopo aver corso per 12 km (i primi sei del percorso e ritorno), essermi cambiato e poi essere andato incontro ai nostri che via via arrivavano alla spicciolata. E già, perché in tutte le numerose volte che ho corso veramente la Tre Comuni, non ho mai alzato lo sguardo per ammirare i tanti e bei posti storici offerti a tutti noi sempre e purtroppo molto attenti alla prestazione e non a tutto quello che offre la località di turno dove ci rechiamo quasi tutte le settimane.

32 Orange iscritti, tutti e 32 al traguardo dopo 22 km e poco più, con tanto di salitone finale, saliscendi allenanti ed altre rampe più o meno difficoltose – ascesa al centro di Nepi su tutte.

Tutti al traguardo compreso un super ammirevole Ramiro, che ha tagliato il traguardo dopo 3 ore 4 minuti e 11 secondi (penultimo posto assoluto su 1.645 runners al traguardo), tanto che noi al gazebo ne avevamo perso le tracce ed eravamo convinti che si fosse andato a cambiare direttamente in macchina; ed infatti avevamo smontato tutto ma… ad un certo punto è rimasto in terra uno zaino… di chi, di chi non è… era di Ramiro! Caricato così il nostro eroe della Tuscia, ritirato il pacco gara, lo abbiamo accompagnato fino alla sua vettura dove si è potuto finalmente cambiare,  profumare e stirare per ritornare a casetta…

Grande giornata inoltre per il nostro Enrico Alfani che con un pregevole 1.31.40 chiudeva al primo posto della nostra speciale classifica interna,

 

davanti a Tullio Mancini, a Luciano Meloni, a Sergio Palermi (ancora una conferma per il “materassaro de Testaccio”) ed a Mauro D’ Agostino. Nota di merito per Mauro Roscioli, 200 gare in Orange oggi per lui, fedelissimo della tribù castellana!

 

Ottime impressioni poi per Roberto Lelli, all’arrivo euforico per il pranzo luculliano al quale era atteso nella vicina Nepi, in casa di Alessio De Giorgi, insieme a tutta la De Lumè Family.

Brava Cecilia, ottima nona assoluta (1.34.53) e brave anche tutte le altre: Stefania Pizzuti che mi ha promesso che la prossima volta non chiuderà gli occhi come sempre fa ad ogni scatto fotografico…, Cristiana Spalletta, ancora commossa per i tanti premi ricevuti stamattina (classifica di qualità 2018, non era presente al pranzo), scartati come una bambina sotto l’albero di Natale; Sonia Marcotulli, che ogni tanto si riaffaccia; Antonella De Nardo, con la quale ho condiviso i primi 6 km prima di “accannarla” con un vigliacco, anche se preventivato, dietro front; Noemi De Lumè, che dopo la mezza di Fiumicino ha tentato con successo un allungo anche un po’ più impegnativo; Maria Antonietta Rossi, più distesa nonostante qualche pensiero meno tranquillizzante in settimana; Silvia Santori, intenta soprattutto a mettere “fieno in cascina” per una primavera decisamente più intensa.

Un grazie poi a Nando Corrieri che sul Ducato, andata e ritorno, segnalava tutti gli autovelox al prode pilota Gilles Tatulli; autista che ringraziamo tutti noi passeggeri (Oscar, Nando, Maximiliano, Luciano, Andrea e Massimo) perché al ritorno ci ha fatto la grazia di accenderci il riscaldamento… forse perché alle 6.30 stamattina non faceva proprio tanto freddo…

Grazie anche a Tonino, assente ma presente con la sua pizza del forno che tutti (Andrea in primis…) onorano prima e dopo la gara.

 

Un caro saluto poi al Brigante Sargolini che in quel di Marrakesh ha portato a termine una maratona pur con mezzo piede fuori uso a causa di un maldestro scivolone in albergo. Eroica la sua gara, tanto che l’organizzatore lo ha medagliato personalmente… sembra che però gli abbia sussurrato ad un orecchio “mi moje m’aveva preparato ‘na bella pastasciutta… nun te fa vede’ più…!

Ci aggiorniamo per la CorriFregene del 10 febbraio, una mezza molto veloce e che vi consiglio di mettere in calendario.

Un caro saluto a tutti 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *