Roma Ostia: tra fatica e numeri

Abbiamo archiviato anche la 45° edizione della Roma Ostia, 13° edizione per noi della Running Evolution, che iniziammo la nostra avventura in Orange nel marzo 2006 ma che debuttammo ufficialmente lungo la Cristoforo Colombo l’anno successivo. Poi, l’anno dopo Luciano Duchi, al quale vanno ancora una volta i complimenti, a lui e a tutti gli altri, Laura in primis, per la gestione impeccabile dell’organizzazione (a proposito, spero di non sentire ancora la solita frase “costa troppo!”, perché forse non si conoscono bene i prezzi di altre gare sulla distanza di uguale spessore e valore, sia ben chiaro, soprattutto all’estero, dove anche la maglia di “finisher” si paga e come se si paga!), ebbene il grande coach dei Bancari Romani ci volle a metà gara per il secondo ristoro, che dal 2008 coloriamo di Orange, con i kway in tinta, le bandiere e la mitica Little Big Band di Colonna a darvi la giusta spinta per l’imminente seconda parte di gara verso il mare.

Qualche numero: 54 arrivati domenica al traguardo (da aggiungere Cecilia Tirelli e Sara Di Francesco che per motivi di… Fidal non ci rappresentavano purtroppo… a proposito, cara Cecilia, complimenti per il 22° posto e per l’ 1.27.11, ma soprattutto per la bellissima, simpaticissima, nonché “lazialissima”, questo permettetemelo, Caterina al ristoro,

che ha lavorato anche per il padre Stefano (Corradini n.d.r.) e che dava “il cinque” a tutti gli atleti con l’aquila disegnata sulla maglia.

Eravamo in 51 al ristoro, oramai in gran parte tutti esperti e che, dopo aver scaricato tavoli, acqua, sali, cartelli vari e degustato i sempre più buoni cornetti mattutini, abbiamo atteso le 8,30, avete capito bene le 8,30, per la chiusura della Cristoforo Colombo (abbiamo fatto lavorare anche i musicisti quest’anno… su quel posto chi si ferma è perduto!). Ma la macchina organizzativa, con il grande Gabriele in cabina di regia, non teme nulla e quando alle 9,45 sono iniziati a passare i primissimi, tutto era a posto, bicchieri allineati, tovaglie sistemate, sali sciolti, arco montato, bandiere al vento, cartelli al proprio posto. Ovviamente anche la foto

ed il Rito Maori, officiato da Mario Bonanno, Rito vero, come, ahimè, direbbero in tanti…

Altri numerI: 323 nostri atleti l’hanno corsa almeno una volta dal 2007 ad oggi; il record di presenze (12 su 13) spetta alla coppia Massimiliano Cerrone (che, alla veneranda età dei 54 anni, ancora se la corre in 1.26.39)

 

e Nando Carnevali, assente per la prima volta dopo le 12 consecutive ed al quale vanno i nostri migliori auguri di pronta guarigione nella speranza di averlo al più presto di nuovo con noi. Segue con 11 presenze il grande Calogero Vitale e poi con 10 un bel quartetto (Ramiro Bettini, Daniela Fargione, Luciano Meloni e Michael Pezzopane); con 9 un trio di tutto rispetto (Francesco Cataldi, Federico Iacono e Laura Imperatori). In tutto per ben 934 volte i nostri atleti sono giunti al traguardo!

Complimenti a tutti i nostri arrivati, dal grande Ettore Scardecchia, 25° assoluto in 1.10.04 (nuovo record per un 49 enne al traguardo) al grande Mario Piergrossi che ha chiuso in 2.33.47!

Complimenti ai ristoratori, alla Little Big Band e a tutti gli atleti che amano la Roma Ostia, la temono, la sfidano, la soffrono, se la sognano di notte, ma che la vincono sempre e comunque!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *